Lake Biwa: Traditional Japan

Scroll down for the Italian version

Hi everybody!

Since I moved to Japan, my life has turned into a journey; a journey to discover a country that once I could only dream of.

In these times, finding places in real traditional Japanese style is becoming increasingly complex. The big cities have equipped themselves for the tourist crowds and the modern infrastructures have partly dissolved that magical charm of ancient Japan.

5-min

However, there are some regions that still preserve this fascinating atmosphere and let us go back in time. One of these is Lake Biwa.

Not far from the famous Kyoto, the Shiga region offers the unique possibility of enjoying beautiful lake landscapes and at the same time visiting cultural heritages of great importance.

3-min

An excursion in the rural areas of Lake Biwa could be a good idea for those who have already been in Japan and want to devote themselves to visiting unusual destinations both for Japanese and international tourists.

In the next weeks we will deepen our knowledge of this enchanting region going to discover ancient temples, historic villages and castles with magnificent gardens.

Thanks for reading!

DO YOU WANT TO SEE MORE PICTURES OF THIS BEAUTIFUL PLACE? FOLLOW ME ON MY FACEBOOK PAGE AND ON MY INSTAGRAM! THANK YOU!

4-min

Lago Biwa: Il Giappone tradizionale che non ti aspetti…

Da quando mi sono trasferito in Giappone la mia vita si è trasformata in un viaggio; un viaggio alla scoperta di un paese che una volta potevo soltanto sognare. 

Di questi tempi trovare dei luoghi in pieno stile tradizionale giapponese sta diventando sempre più complesso. Le grandi città si sono attrezzate per le folle di turisti e le infrastrutture moderne hanno in parte dissolto quel magico incanto del Giappone antico.

2-min

Ci sono tuttavia alcune regioni che ancora preservano questa affascinante atmosfera e riescono a farci tornare indietro nel tempo. Una di queste è il Lago Biwa. 

Poco lontana dalla famosa Kyoto, la regione di Shiga offre la possibilità unica di godersi suggestivi paesaggi lacustri e di visitare al contempo patrimoni culturali di grande rilevanza.

6-min

Un’escursione nelle zone rurali del Lago Biwa potrebbe essere una buona idea per chi è già stato in Giappone e vuole dedicarsi alla visita di mete poco trafficate sia dal turismo giapponese che internazionale.

Nelle prossime settimane approfondiremo le conoscenze di questa incantevole regione visitando templi antichi, borghi storici e castelli dai magnifici giardini.

Grazie per aver letto!

VOLETE VEDERE PIU’ FOTO DI QUESTO POSTO MERAVIGLIOSO? SEGUITEMI SULLA PAGINA FACEBOOK E SU INSTAGRAM! GRAZIE!

Be curious

Scroll down for the Italian version

Hi everybody!

Today I would like to share a thought with you. I would like to talk about CURIOSITY; one of those few things that in my opinion can fill our lives with emotions.

1

For me, being curious means first of all wanting to understand, wanting to study something unknown to make it yours. Those who want to fully understand an idea, a thought, a culture, must go beyond their cultural background and approach the new with an open mind and be aware of the necessity of being for self-criticism.

2

Doing this is not always easy. Attachment to our opinion is something entirely natural, but with a little commitment and with the right spirit everyone can approach a different thought.

What makes a person truly rich is the desire to know multiple points of view and to be able to build their own thoughts from them.  Those who are curious are interested in the different, always be open to novelties.

Thanks for reading!

DO YOU WANT TO SEE MORE PICTURES OF THIS BEAUTIFUL PLACE? FOLLOW ME ON MY FACEBOOK PAGE AND ON MY INSTAGRAM! THANK YOU!

3

Sii curioso…

Ciao a tutti!

Oggi vorrei semplicemente condividere con voi un pensiero. Vorrei parlarvi della CURIOSITÀ; una di quelle poche cose che a parer mio possono riempirci la vita di emozioni.

6

Per me essere curioso significa innanzitutto aver voglia di capire, aver voglia mettersi in gioco di fronte a qualcosa di sconosciuto per studiarlo e farlo proprio. Chi vuol comprendere appieno un concetto, un pensiero, una cultura, deve saper trascendere il proprio background culturale ed approcciarsi al nuovo con mente aperta e pronta ad autocritiche.

7

Non sempre è semplice fare tutto questo. L’attaccamento alla propria opinione è qualcosa del tutto naturale, ma con un po’ di impegno e con il giusto spirito ognuno può approcciarsi ad un pensiero differente.

Ciò che rende una persona veramente ricca è il desiderio di conoscere molteplici punti di vista e saper costruire da questi un proprio pensiero. Chi è curioso si interessa al diverso, siate sempre aperti alle novità.

Grazie per aver letto!

VOLETE VEDERE PIU’ FOTO DI QUESTO POSTO MERAVIGLIOSO? SEGUITEMI SULLA PAGINA FACEBOOK E SU INSTAGRAM! GRAZIE!

Otaru

Scroll down for the Italian version

Otaru is one of those places that steal the heart of street photography enthusiasts. Not far from the largest Sapporo, this town offers wonderful opportunities for those who are curious to approach the locals and want to understand their daily habits.

Unlike many Japanese cities where modern architecture has taken over, here historic buildings dating back to the 1800s still survive and the community seems interested in preserving them for future generations.

2-min

Otaru’s citizens, but in general all the inhabitants of Hokkaido, compared to the people that populate the largest metropolises in the country seem to care more about the environment around them. They prove to be very affectionate to their past history even if much more recent than that of the rest of the country.

8-min

Hokkaido is mostly known for its landscapes and breathtaking views, but it does not lack history. Spending a few days here will let you discover a different kind of Japan; it will surprise you with incredibly interesting tourist destinations!

Thanks for reading!

DO YOU WANT TO SEE MORE PICTURES OF THIS BEAUTIFUL PLACE? FOLLOW ME ON MY FACEBOOK PAGE AND ON MY INSTAGRAM! THANK YOU!

3-min

Otaru, che incantevole cittadina…

Ciao a tutti!

Otaru è uno di quei luoghi che rubano il cuore agli appassionati della street photography. Non molto lontana dalla più grande Sapporo, questa cittadina offre delle splendide opportunità a chi è curioso di avvicinarsi alla gente del luogo e vuole capire le loro abitudini quotidiane.

A differenza di molte città giapponesi in cui ormai l’architettura moderna ha preso il sopravvento, qui resistono ancora edifici storici risalenti al 1800 e la comunità pare interessata a volerli preservare per le generazioni future.

11-min

I cittadini di Otaru, ma in generale tutti gli abitanti dell’Hokkaido, rispetto alla gente che popola le più grandi metropoli del paese sembrano tenere maggiormente all’ambiente che li circonda. Si dimostrano assai legati alla loro storia passata anche se molto più recente di quella del resto del paese.

10-min

L’Hokkaido è sicuramente più conosciuto per i suoi paesaggi e le sue vedute mozzafiato, ma non manca di storia. Passarci un po’ di giorni vi farà scoprire un Giappone diverso dal solito sapendovi sorprendere con la ricchezza delle sue mete turistiche!

Grazie per aver letto!

VOLETE VEDERE PIU’ FOTO DI QUESTO POSTO MERAVIGLIOSO? SEGUITEMI SULLA PAGINA FACEBOOK E SU INSTAGRAM! GRAZIE!

A liveable city

Scroll down for the Italian version

Hi everybody!

Living in the country for a long period of time and then moving to a big city isn’t so simple. The streets’ silence, the green spaces and the relaxation of the people give way to the frenzy of the shops that fight each other by colourful signs and noisy advertisements to catch the attention of potential customers.

There are cities though, that despite their large size have been thought to be human-sized and guarantee everyone the needed space. Among these centres there’s Sapporo, in my opinion one of Japan’s most liveable towns.

2-min

The huge spaces and the abundance of parks make this place one of the best cities for those who intend to stay in Japanese land for a long period. Shops, markets and leisure areas don’t lack; everything has been built to satisfy a population that doesn’t reach the 2 million people.

If you are in Sapporo and you want to understand what I am talking about, I suggest you to have a look at the fish market and the city market, the Ōdori park and the Hokkaido University Botanical Garden. This city is not just a nice place to visit, it’s also a really nice place where to live!

Thanks for reading!

DO YOU WANT TO SEE MORE PICTURES OF THIS BEAUTIFUL PLACE? FOLLOW ME ON MY FACEBOOK PAGE AND ON MY INSTAGRAM! THANK YOU!

6-min

Una città vivibile…

Ciao a tutti!

Vivere per lungo tempo in paesi di campagna per poi spostarsi in grandi città non è così semplice. Il silenzio delle strade, gli spazi verdi e la rilassatezza della gente si perdono e lasciano posto alla frenesia delle attività commerciali che si fanno guerra tra di loro a suon di insegne e annunci pubblicitari per attirare il maggior numero di clienti.

Ci sono città però, che nonostante le loro grandi dimensioni sono state concepite a misura d’uomo e riescono a garantire ad ognuno lo spazio di cui ha bisogno. Tra questi centri c’è Sapporo, a mio avviso uno tra i capoluoghi più vivibili di tutto il Giappone.

4-min

La generosità degli spazi e l’abbondanza di aree verdi contribuiscono a renderlo uno dei luoghi migliori per chi sta pensando di soggiornare in terra nipponica per un lungo periodo. Negozi, mercati e aree di divertimento non mancano; tutto è costruito in dimensioni più piccole per soddisfare le esigenze di una popolazione che non raggiunge i 2 milioni di persone. 

Se vi trovate a Sapporo e siete curiosi di capire di cosa sto parlando, vi consiglio di dare un’occhiata al mercato pesce e al mercato coperto, al parco Ōdori e al giardino botanico dell’università dell’Hokkaido. Questa città non è soltanto bella da visitare, è sicuramente anche un bel luogo in cui vivere!

Grazie per aver letto!

VOLETE VEDERE PIU’ FOTO DI QUESTO POSTO MERAVIGLIOSO? SEGUITEMI SULLA PAGINA FACEBOOK E SU INSTAGRAM! GRAZIE!

Look around

Scroll down for the Italian version

Hi everybody!

Today I would like to give you some advice to fully enjoy your holidays.

In my opinion, a big mistake made when traveling is to underestimate the importance of observing the locals. Looking around, stopping for a second taking pictures of buildings and tourist attractions will let you discover the surroundings with different eyes.

2-min

We often go back home with lots of photographs. Attracted by the novelties, indeed, we let ourselves to be caught be caught by the frenzy of the moment and immortalize everything in the hope of preserving a memory. The problem is that in this way it is not possible to fully appreciate the local culture; and what seem to be solid memories are going to fade away in a short time.

To avoid all this, the only solution is to interact with the locals and live the traditions of the place in first person. Listen to me, every now and then lower your camera and enjoy the moment, you’ll go back home richer than when you left.

Thanks for reading!

DO YOU WANT TO SEE MORE PICTURES OF THIS BEAUTIFUL PLACE? FOLLOW ME ON MY FACEBOOK PAGE AND ON MY INSTAGRAM! THANK YOU!

7-min

Guardati attorno…

Ciao a tutti!

Oggi vorrei semplicemente darvi un consiglio per godervi appieno una vacanza.

A mio avviso un grave errore che si fa quando si viaggia è sottovalutare l’importanza di osservare la gente del posto. Guardarsi attorno, smettere per un secondo di scattare foto a palazzi e attrazioni turistiche permette di scoprire la realtà circostante con occhi diversi.

3-min

Spesso si rientra a casa con un sacco di fotografie. Attirati dalle novità, infatti, ci si lascia prendere dalla frenesia del momento e si immortala qualsiasi cosa pur di conservarne un ricordo. Il problema è che così facendo non si riesce ad apprezzare appieno la cultura locale; e quelle che sembrano essere solide memorie in verità sono destinate a svanire in breve tempo.

Per evitare tutto questo, l’unica soluzione è quella di interagire con la gente del luogo e sperimentare sulla propria pelle le tradizioni del posto. Date retta a me, ogni tanto abbassate la macchina fotografica e godetevi il momento, tornerete a casa più ricchi di quando siete partiti.

Grazie per aver letto!

VOLETE VEDERE PIU’ FOTO DI QUESTO POSTO MERAVIGLIOSO? SEGUITEMI SULLA PAGINA FACEBOOK E SU INSTAGRAM! GRAZIE!

Shakotan Peninsula

Scroll down for the Italian version

Hi everybody!

Nature. Here’s what I imagine when I think about Hokkaido. In this dreamland, boundless landscapes and lush forests alternate with spectacular views overlooking the sea.

A couple of hours drive from Sapporo there’s the so-called Shakotan Peninsula, an unmissable place trekking and nature photography lovers. Being so close to the capital, then, lends itself well to a day trip. Trust me, it will leave you speechless for the colors of its landscapes.

SP4-min

If you are fond of traditional Japanese art and culture, in this northern region you will not find relevant historical monuments or ancient archaeological sites. But the extraordinary views and the goodness of the local cuisine will satisfy your every need. Hokkaido is a magnificent land, don’t miss it!

Thanks for reading!

DO YOU WANT TO SEE MORE PICTURES OF THIS BEAUTIFUL PLACE? FOLLOW ME ON MY FACEBOOK PAGE AND ON MY INSTAGRAM! THANK YOU!

SP5-min

La Penisola di Shakotan…

Ciao a tutti!

Natura. Ecco cosa mi viene in mente quando penso all’isola dell’Hokkaido. In questa terra da sogno, paesaggi sconfinati e lussureggianti foreste si alternano a spettacolari panorami a picco sul mare.

A un paio d’ore di macchina da Sapporo si trova la cosiddetta Penisola di Shakotan, una località imperdibile per gli amanti del trekking e della fotografia naturalistica. Essendo così vicina al capoluogo, poi, si presta bene ad una gita giornaliera. Fidatevi di me, vi lascerà a bocca aperta per i colori dei suoi panorami.

SP1-min

Se siete appassionati d’arte e cultura tradizionale giapponese, in questa regione settentrionale non troverete monumenti storici rilevanti o reperti archeologici antichi. Ma lo straordinario ambiente circostante e la bontà della cucina del luogo sapranno accontentarvi in ogni vostra esigenza. L’Hokkaido è una terra magnifica, non perdetevela!

Grazie per aver letto!

VOLETE VEDERE PIU’ FOTO DI QUESTO POSTO MERAVIGLIOSO? SEGUITEMI SULLA PAGINA FACEBOOK E SU INSTAGRAM! GRAZIE!

Discover Sapporo

Scroll down for the Italian version

Hi everybody!

Have you ever wondered what Japan was like in 1800? If you did it but you didn’t find an answer, well, Sapporo is the right city where to go to relive that particular historical period.

Not many people know that up until the 19th century the island of Hokkaido was not considered part of Japan but it was inhabited by the indigenous Ainu population. In a country under a strong economic development and after the discovery of large undergrounds coal deposits, however, things changed quickly.

2

The then emperor Meiji (1868-1912), put pressure on the Japanese population to migrate (voluntarily or not) to the north of the country and colonize that last island until then forgotten. So, from 1875 it started a real “invasion” of Hokkaido. Roads, railways and brick buildings similar to Tokyo’s architectures were built all over the island, transforming what a few years before was a overgrown land in a fundamental region for the agricultural production of the country.

4

Two of the most representative buildings of that era are still in Sapporo and are: the Government Palace and the Palace of Justice (now museums but once used to administer local laws). Around these buildings (but to be honest, throughout the city) there are beautiful parks, full of all kinds of plants and flowers, as evidence of a capital that takes into account its green spaces.

Sapporo and Hokkaido are a different kind of Japan, something that needs to be seen with one’s own eyes to be appreciated. Consider this destination for a future trip to the land of the Rising Sun.

Thanks for reading!

DO YOU WANT TO SEE MORE PICTURES OF THIS BEAUTIFUL PLACE? FOLLOW ME ON MY FACEBOOK PAGE AND ON MY INSTAGRAM! THANK YOU!

5

Alla scoperta di Sapporo…

Ciao a tutti!

Vi siete mai chiesti com’era il Giappone nel 1800? Se lo avete fatto ma non avete trovato risposta, beh sappiate che Sapporo è la città giusta in cui andare a rivivere quel particolare periodo storico. 

Come non molti sapranno, fino all’800 l’isola dell’Hokkaido non era considerata parte del Giappone come lo intendiamo adesso, ma era abitato dalla popolazione indigena Ainu. Con un paese in forte sviluppo economico e la scoperta di ricchi giacimenti di carbone, però, le cose cambiarono rapidamente.

3

L’allora imperatore Meiji (1868-1912), fece pressione sulla popolazione giapponese affinché migrasse (volontariamente o no) a nord del paese e colonizzasse quell’ultima isola fino ad allora dimenticata. Fu così che a partire dal 1875 si assistette ad una vera e propria “invasione” dell’Hokkaido. Si cominciarono a costruire strade, ferrovie ed edifici in mattoni simili alle architetture presenti nella Tokyo dell’epoca, trasformando quella che pochi anni prima era una terra brulla in una regione fondamentale per la produzione agricola del paese.

6

Due dei palazzi più rappresentativi di quell’epoca si trovano ancora a Sapporo e sono: il Palazzo Governativo e il Palazzo di Giustizia (ora adibiti a museo ma un tempo utilizzati per amministrare le leggi locali). Attorno a questi edifici (ma a dire il vero, per tutta la città) si trovano dei bellissimi parchi, ricchi di ogni genere di pianta e fiore, a testimonianza di un capoluogo che tiene in grande considerazione i suoi spazi verdi.

Sapporo e l’Hokkaido sono un diverso tipo di Giappone, qualcosa che per essere apprezzato va visto con i propri occhi. Tenete in considerazione questa meta per un futuro viaggio nella terra del Sol Levante.

Grazie per aver letto!

VOLETE VEDERE PIU’ FOTO DI QUESTO POSTO MERAVIGLIOSO? SEGUITEMI SULLA PAGINA FACEBOOK E SU INSTAGRAM! GRAZIE!