Make a change

Scroll down for the Italian version

Hi everybody!

Change. How much does this word scare and excite us at the same time?

Our life is made of a non-stop sequence of actions that we repeat day after day. Equal to each other, these actions risk to make our lives monotonous, with no changes. But if we try to leave behind this comfort zone and focus all our energies in something we truly believe in?

Moving far from home, meeting new people, taking long journeys… every adventure brings surprises; and each of them a change. Whether it’s good or not, in both cases we would have grown as a person.

Living a life with no regrets, having the courage to say, to share what we think… this is something we all should do. That’s what I like to think…

Thanks for reading!

DO YOU WANT TO SEE MORE PICTURES OF THIS BEAUTIFUL PLACE? FOLLOW ME ON MY FACEBOOK PAGE AND ON MY INSTAGRAM! THANK YOU!

Ciao a tutti!

Cambiamento. Quanto questa parola ci spaventa e ci emoziona allo stesso tempo?

La nostra vita si compone di un interminabile susseguirsi di azioni che ripetiamo giorno dopo giorno. Uguali l’uno all’altro, per colpa di questi gesti rischiamo di vivere un’esistenza monotona, priva di novità. Ma se provassimo a lasciare questa zona di comfort e ci giocassimo il tutto e per tutto in qualcosa in cui crediamo?

Trasferirsi lontano dal proprio luogo d’origine, incontrare nuove persone, affrontare un lungo viaggio…  ogni avventura porta delle sorprese; e ognuna di queste ad un cambiamento. Che sia bello o no, in entrambi i casi ci saremo arricchiti come persone.

Vivere una vita priva di rimpianti, avere il coraggio di dire, di comunicare quello che si pensa… è qualcosa che tutti dovremmo poter fare. É così che mi piace pensare… 

Grazie per aver letto!

VOLETE VEDERE PIU’ FOTO DI QUESTO POSTO MERAVIGLIOSO? SEGUITEMI SULLA PAGINA FACEBOOK E SU INSTAGRAM! GRAZIE!

Enjoy the moment


Scroll down for the Italian version

Hi everybody!

Kōyō, this is the word used here in Japan to call the autumnal foliage. Starting from mid October in the northernmost regions and going on till mid December in southernmost areas, red maples’ magic is one of the most evocative seasons of the year.

What just a few people know, however, is that in the Land of the Rising Sun this spectacle has the same meaning of the cherry blossoms: things’ impermanence. Talking about this, in Japanese vocabulary exists a word that expresses this sense of transience, the fading beauty; it’s “wabi sabi”.

According to the Japanese religious tradition the whole universe is in a non-stop changing condition and few are the moments to enjoy the so called “perfect beauty”.

This is the reason why, despite the unavoidable evolution into a modern society, even today Japanese people see the autumn as a good chance to give themselves a moment of pleasure, a way to keep in touch with nature.

Admiring the magic of autumnal leaves falling silently from trees is an experience you can’t miss…

Thanks for reading!

DO YOU WANT TO SEE MORE PICTURES OF THIS BEAUTIFUL PLACE? FOLLOW ME ON MY FACEBOOK PAGE AND ON MY INSTAGRAM! THANK YOU!

Vivi il momento…

Ciao a tutti!

Kōyō, questo è il termine che viene utilizzato qui in Giappone per indicare il foliage autunnale. A partire da metà ottobre nelle regioni settentrionali per arrivare a metà dicembre nelle zone più a sud, la magia degli aceri rossi è senza dubbio una delle stagioni più suggestive dell’anno.

Quello che in pochi sanno, tuttavia, è che nella Terra del Sol Levante questo spettacolo della natura assume lo stesso significato di quello della fioritura dei ciliegi: la transitorietà delle cose. A proposito di ciò, nel vocabolario giapponese esiste un vero e proprio termine per indicare questo senso di impermanenza, di bellezza che sfiorisce; è il “wabi sabi”.

Secondo la tradizione religiosa nipponica tutta la realtà è in continuo mutamento e pochi sono i momenti in cui ci si può godere della cosiddetta “bellezza perfetta”. 

È per questo motivo che nonostante l’inevitabile evoluzione verso una società moderna, ancora oggi i giapponesi vedono nella stagione autunnale un’occasione per concedersi un momento di piacere, un modo per entrare in contatto con la natura. 

Ammirare l’incanto delle foglie d’autunno che cadono silenziosamente dagli alberi è un’esperienza che non vi potete perdere…

Grazie per aver letto!

VOLETE VEDERE PIU’ FOTO DI QUESTO POSTO MERAVIGLIOSO? SEGUITEMI SULLA PAGINA FACEBOOK E SU INSTAGRAM! GRAZIE!

Autumn in Tokyo

Scroll down for the Italian version

Hi everybody!

It is well known that spring is one of the most beautiful seasons to visit Japan, cherry blossoms color the parks and the weather is pretty good… But have you ever took in consideration to move your vacation to autumn?

Famous among Japanese people is the so called KŌYŌ, the autumnal foliage. If you go around the Land of the Rising Sun during this period of the year you’ll be surprised by the variety of the colors that paint the hills. Red maples and yellow ginkgo are just a few examples of the countless plants that dye the landscapes.

4

If on one hand Japanese alps are one of the most evocative places to explore, on the other even big metropolis have something to offer. Over the centuries cities have built huge parks and traditional gardens to give everyone the possibility to enjoy this colourful period of the year. Even today these oasis of peace give people the chance to chill out and enjoy autumn colors.

In this week we’ll experience the interesting contrast between nature and ultramodern, something that characterise metropolis like Tokyo.

Thanks for reading!

DO YOU WANT TO SEE MORE PICTURES OF THIS BEAUTIFUL PLACE? FOLLOW ME ON MY FACEBOOK PAGE AND ON MY INSTAGRAM! THANK YOU!

7

Autunno a Tokyo…

Ciao a tutti!

Si sa che la stagione primaverile è una delle più belle per visitare il Giappone, i fiori di ciliegio colorano i parchi e il clima si fa favorevole… Ma avete mai preso in considerazione di spostare la vostra vacanza in autunno? 

Famoso tra i giapponesi è il cosiddetto KŌYŌ, il foliage autunnale. Girando per il paese del Sol Levante in questo periodo dell’anno vi sorprenderete per la varietà di colori che dipingono le colline. Aceri rossi e ginkgo gialli sono infatti solo alcune delle numerosissime piante che tingono i paesaggi.

5

Se da una parte la zona delle alpi è una tra le più suggestive da esplorare, dall’altra anche le grandi metropoli hanno qualcosa da offrire. Nei secoli le città si sono attrezzate di parchi sconfinati e giardini tradizionali per dare l’opportunità a tutti di godere di questo coloratissimo periodo dell’anno. Ancora oggi queste oasi di pace permettono alla comunità di gustarsi un momento di relax e assaporare i colori d’autunno.

In questa settimana vivremo l’interessante contrasto tra natura e ultramoderno che nelle metropoli come Tokyo convivono in uno stato di perfetta armonia.

Grazie per aver letto!

VOLETE VEDERE PIU’ FOTO DI QUESTO POSTO MERAVIGLIOSO? SEGUITEMI SULLA PAGINA FACEBOOK E SU INSTAGRAM! GRAZIE!

A new beginning

Scroll down for the Italian version

Hi everybody!

It’s time to bring some news to this blog!

Soon 2018 will end and with it its tourist season… Therefore it’s time to think about new projects! In the next 2 months, indeed, I’m leaving for a couple of long awaited travels. I’ll take a break from my beloved Japan, getting back only on next February. I’ll take some time to go back to my hometown and to breath some fresh air…

3-min

The first flight will take me to Italy. After a year and a half it will be nice to spend some weeks with the family. Get ready to see pictures of more familiar places in the next months; we will have the occasion to discuss together the pro and cons of living abroad.

1-min

In January I’ll dive in a new adventure. I’ll leave for a new destination, a country that makes many people feel curious and to which I’ve always be linked by family tales. I’ll fly far away to explore a new land, understand a different culture and spend some time with a few people I haven’t seen for a while… The destination is still a secret, it will be nice to surprise you with completely different landscapes.

Thanks for reading!

DO YOU WANT TO SEE MORE PICTURES OF THIS BEAUTIFUL PLACE? FOLLOW ME ON MY FACEBOOK PAGE AND ON MY INSTAGRAM! THANK YOU!

7-min

Un nuovo inizio…

Ciao a tutti!

É tempo di portare qualche novità qui sul blog!

Il 2018 sta per finire e con lui la sua stagione turistica… È dunque giunto il momento di pensare a nuovi progetti! Nell’arco di 2 mesi, infatti, mi aspettano un paio di viaggi piuttosto impegnativi. Staccherò per un po’ dal mio amato Giappone tornandoci in modo stabile soltanto dal prossimo febbraio. Mi prenderò del tempo per tornare ai miei luoghi d’origine e respirare aria nuova…

8-min

Il primo aereo che prenderò sarà alla volta dell’Italia. Dopo un anno e mezzo di assenza dal Bel Paese è ora di tornare in famiglia per qualche settimana. Nei prossimi mesi perciò aspettatevi di vedere foto di città un po’ più familiari; avremo modo di riflettere assieme sui pregi e i difetti della vita all’estero.

2-min

A gennaio poi sarà la volta di una nuova avventura. Si parte per una nuova destinazione, un paese che incuriosisce tanti e a cui sono da sempre un po’ legato per racconti di famiglia. Si vola lontano per scoprire una nuova terra, conoscere il suo popolo e approfondire alcune conoscenze… La meta è ancora segreta, sarà bello sorprendervi con dei paesaggi completamente nuovi.

Grazie per aver letto!

VOLETE VEDERE PIU’ FOTO DI QUESTO POSTO MERAVIGLIOSO? SEGUITEMI SULLA PAGINA FACEBOOK E SU INSTAGRAM! GRAZIE!

Higashichaya

Scroll down for the Italian version

Hi everybody!

Kanazawa is one of those destinations that make their mark. It’s not easy to find a place of equal elegance and refinement all over Japan; in my opinion not even Kyoto reaches these levels.

In recent history many Japanese cities have overlooked their traditional side to invest in the new, the ultramodern. However, if there is anyone who has found a balance between the two realities, well this is with no doubts Kanazawa!

3

Among the most characteristic districts of this capital there is certainly Higashichaya.

It’s since 1820 that here the ultimate experts of classical Japanese culture work; I’m talking about geisha. Even today, after almost 200 years, they entertain high-level customers with dances and musical performances keeping alive the traditions of this country.

The charm of the historic houses and the narrow streets of this neighborhood will steal a piece of your heart. You will dive into a world as fascinating as misunderstood, the side of Japan that everyone seeks once they arrive in this wonderful country.

Thanks for reading!

DO YOU WANT TO SEE MORE PICTURES OF THIS BEAUTIFUL PLACE? FOLLOW ME ON MY FACEBOOK PAGE AND ON MY INSTAGRAM! THANK YOU!

2

L’incantevole Higashichaya…

Ciao a tutti!

Kanazawa è una di quelle mete che lasciano il segno. In tutto il Giappone non è facile trovare un posto di pari eleganza e raffinatezza; a parer mio nemmeno la stessa Kyoto aggiunge tali livelli.

Nella storia recente molte città giapponesi hanno trascurato il loro lato tradizionale per investire nel nuovo, nell’ultramoderno. Se c’è qualcuno che però è riuscito a trovare un equilibrio tra le due realtà, beh questa è proprio Kanazawa!

4

Tra i distretti più caratteristici di questo capoluogo c’è sicuramente quello di Higashichaya, il “quartiere delle case da te dell’est”. 

È dal 1820 che qui lavorano le esperte per eccellenza di cultura classica giapponese: le geisha. Ancora oggi, dopo quasi 200 anni, intrattengono clienti di alto livello con danze ed esibizioni musicali mantenendo vive le tradizioni di questo paese. 

L’incanto delle case storiche e delle viuzze del quartiere vi ruberanno un pezzo di cuore. Sarete catapultati in un mondo tanto affascinante quanto incompreso, il lato del Giappone che tutti cercano una volta arrivati in questo meraviglioso paese.

Grazie per aver letto!

VOLETE VEDERE PIU’ FOTO DI QUESTO POSTO MERAVIGLIOSO? SEGUITEMI SULLA PAGINA FACEBOOK E SU INSTAGRAM! GRAZIE!

Kabukichō

Scroll down for the Italian version

Hi everybody!

Kabukicho is undoubtedly one of Tokyo most controversial neighbourhoods; but it hasn’t always been like nowadays.

7-min

The original name of this district was Tsunohazu and before the Second World War it was a quiet residential area. It’s only after the post-war reconstruction and especially starting from the 80s that the area took today’s appearance.

According to the initial project the new neighbourhood was meant to become a leisure district for Tokyo citizens by bulding a secondary wing of the famous Kabukiza theater in Ginza; hence the name of the district KABUKICHO.

1-min

Unfortunately the plan was never completed, but thanks to the massive investments of rich Chinese entrepreneurs, restaurants, bars and clubs (sometimes a bit mischievous) were built and gradually transformed the area into the so-called “Tokyo red light district”.

Behind many of these places is the Japanese mafia, the yakuza. That’s who controls the business of this 360,000 square meters entertainment area, the largest in the metropolis. Don’t worry though, no one is there to hurt you, just be careful about the so-called “bouncers” that invite bystanders to enter the clubs at affordable prices; they drain your account once inside.

8-min

So be careful, but have fun without too many concerns. Kabukicho and its colourful neons are waiting for you!

Thanks for reading!

DO YOU WANT TO SEE MORE PICTURES OF THIS BEAUTIFUL PLACE? FOLLOW ME ON MY FACEBOOK PAGE AND ON MY INSTAGRAM! THANK YOU!

5-min

Ciao a tutti!

Kabukicho è senza dubbio uno dei quartieri più controversi della città di Tokyo; ma non è sempre stato come lo conosciamo adesso.

3-min

Il nome originale di questo distretto era Tsunohazu e prima della seconda guerra mondiale qui si trovava una tranquilla area residenziale. È solo in seguito alla ricostruzione del secondo dopoguerra e in particolar modo dagli anni 80 che la zona ha preso la forma odierna. 

Il progetto iniziale prevedeva la nascita di un quartiere di svago per i cittadini di Tokyo con la costruzione di un’ala secondaria del famoso teatro Kabukiza di Ginza; da qui deriva il nome del quartiere KABUKICHO.

2-min

Sfortunatamente il piano non fu mai portato a termine, ma grazie al massiccio investimento da parte di imprenditori cinesi cominciarono a comparire ristoranti, bar e club (a volte di carattere un po’ spinto) che progressivamente trasformarono la zona nel cosiddetto “quartiere a luci rosse” di Tokyo.

Dietro a molti di questi locali si nasconde la mano della mafia giapponese, la yakuza. É lei che controlla il business di questo luogo di divertimento da 360mila metri quadri, il più grande della metropoli. Niente paura però, nessuno è lì per farvi del male, state solo attenti ai cosiddetti “buttadentro” che invitano i passanti ad entrare nei club a prezzi convenienti per poi prosciugargli il conto una volta all’interno del locale.

9-min

State attenti dunque, ma divertitevi senza troppe preoccupazioni. Kabukicho e i suoi neon colorati vi aspettano!

Grazie per aver letto!

VOLETE VEDERE PIU’ FOTO DI QUESTO POSTO MERAVIGLIOSO? SEGUITEMI SULLA PAGINA FACEBOOK E SU INSTAGRAM! GRAZIE!

Osaka Castle

Scroll down for the Italian version

Hi everybody!

One of the most interesting historical sites to visit in Osaka City is definitely the castle.

2-min

Built by Toyotomi Hideyoshi back in 1583, it had the reputation of being one of the most difficult fortresses to conquer in the ancient Japan. When you visit it, indeed, you are impressed by the extension of the park and the height of the central bastion that dominate the center of the metropolis.

The building we see today is a modern reconstruction of the 1997, realised after the bombardments of the Second World War that burned down the previous castle to the ground. Inside the central tower there is a museum with numerous historical artifacts dating back to the shogun era and some interactive rooms where are told the battles fought at the castle.

1-min

Visiting Osaka Castle is recommended to anyone who is in the city and wants to find out more about its history. Do not miss the opportunity to take an evening walk, the views of the bastion will make you relive an ancient Japan now gone…

Thanks for reading!

DO YOU WANT TO SEE MORE PICTURES OF THIS BEAUTIFUL PLACE? FOLLOW ME ON MY FACEBOOK PAGE AND ON MY INSTAGRAM! THANK YOU!

5-min

Il Castello di Osaka…

Ciao a tutti!

Uno dei siti storici più interessanti da visitare nella città Osaka è sicuramente quello del castello. 

3-min

Costruito da Toyotomi Hideyoshi nel lontano 1583, ebbe la fama di essere una delle fortezze più difficili da espugnare nel Giappone dell’epoca. Quando lo si visita, infatti, si resta impressionati dalla grandiosità del parco e del bastione centrale che dominano il centro della metropoli.

L’edificio che vediamo oggi è una ricostruzione moderna del 1997 seguita ai bombardamenti della seconda guerra mondiale che rasero al suolo il precedente castello. All’interno del maschio centrale è custodito un museo con numerosi reperti storici risalenti all’epoca shogunale e alcune sale interattive dove vengono raccontate le battaglie combattute al castello.

4-min

Visitare il Castello di Osaka è consigliato a chiunque si trovi in città e abbia voglia di scoprire di più sulla sua storia. Non perdete l’occasione di farci una passeggiata serale, gli scorci sul bastione vi faranno calare in un’epoca orami andata… 

Grazie per aver letto!

VOLETE VEDERE PIU’ FOTO DI QUESTO POSTO MERAVIGLIOSO? SEGUITEMI SULLA PAGINA FACEBOOK E SU INSTAGRAM! GRAZIE!