Harajuku

Scroll down for the Italian version

Hi everybody!

When people hear about Takeshita-dori and Omotesando they immediately think about shopping. It’s true that these two famous streets are packed with shops, but Harajuku is not only this. In this blog I’ll suggest you a tour of this area based on my personal experience.

Viale

Once you are arrived in Harajuku (JR Yamanote line) or in Meiji-Jingumae Harajuku (Tokyo metro), I suggest you to start your visit from a temple that just few foreigners go to see because it is not marked on the tourist maps: the Tōgō Jinja. This shrine is dedicated to Admiral Tōgō Heihachirō, an important figure in Japanese modern history. Indeed, he was one of those who supported the Meiji Restoration and in the Boshin war (1868-1869) he fought to bring the emperor back to the government. In 1905 he won the war against Russians and from that moment he received many recognitions from the Imperial Palace. Just few years after his death (1934) this shrine was built to honor his figure and since then he is worshipped as a god, or as it’s said here in Japan: “kami”.

Togo Jinja

After this first stop, enjoy the japanese garden next to the shrine and enter into Takeshita-dori from Meiji-dori side. Here you will find many different kind of shops, from neko cafes to drug stores, from candy shops to fashion stores. I suggest you to enter in all those shops that capture your attention; Takeshita-dori is the perfect place to find any kind of gadget. This, indeed, is considered the place where all new fashion trends start, even if in my opinion, nowadays this is not so true. Until more or less 10 years ago every weekend, here gathered boys and girls with extravagant clothes and thanks to many photographers who came here to take pictures of them, they launched new trends all over Japan. Now, with the arrival of the fast fashion, young people have standardized their styles to the big brands and Takeshita-dori has lost its central function of new trends promoter. But this does not mean that people with extravagant clothes are disappeared; if you are lucky, on Saturday and Sunday you’ll still be able to see someone extravagantly dressed.

Sracinesche

When you arrived at the end od Takeshita-dori, facing the Harajuku JR station, turn left and do the same at the first traffic light you’ll meet. You will be in Omotesando, one of the most famous streets in Tokyo for high fashion shopping. But the history of this place hasn’t always been related to fashion. On the contrary, this street was designed in the 19th century as the main access to the Meiji-Jingu shrine (dedicated to Emperor Meiji and Empress Shōken). The recent configuration of this area is due to the rebuilding after Second World War’s bombings. In the last Japan’s economic boom, here concentrated many important fashion brands and slowly it became as we know it today. Walking down this street is not only the perfect occasion to see new trends, but also an opportunity to admire some of the most beautiful architectures of this city.

Boss

But as I said at the beginning, this area deserves a visit also for other reasons. Indeed, if at the end of this street, you turn left on the Aoyama-dori, there’s another beautiful temple named Zenkō-ji. It’s a modern buddhist temple but in my opinion, it should be visited if you are here in spring season; some big cherry trees precede the Zenkō-ji, if you like taking pictures you won’t be disappointed.

Zenkoji-1

Once you have seen this nice temple, go back to Omotesando and walk on the opposite sidewalk. First of all you’ll see on your left a shop called “Oriental Bazaar” (a really good place if you are looking for souvenirs to take to your country) and then a statue of a girl (“Statue of Yonderu”), turn left down to this street. You will be in Cat Street, another shopping street but less crowded and with less expensive brands. Have a walk and enjoy this characteristic alley in Harajuku area.

To end this 3 hours trip go back to Omotesando for the last time and look for Tokyu Plaza building. I bet you already noticed it for its interesting mirrors’ game at its entrance. Well, go up to the terrace and enjoy the view from the top; you’ll be able to see not only Harajuku area, but also Shibuya and Shinjuku’s skyline.

Thanks for reading!

DO YOU WANT TO SEE MORE PICTURES OF THIS BEAUTIFUL PLACE? FOLLOW ME ON MY FACEBOOK PAGE AND ON MY INSTAGRAM! THANK YOU!

DON’T MISS THE VIDEO I UPLOADED ON MY FACEBOOK PAGE: EDOARDO POLO PHOTOGRAPHY!

Cat Street-1

Una passeggiata per Harajuku…

Ciao a tutti!

Quando la gente sente parlare di Takeshita-dori e Omotesando pensa subito allo shopping. È vero che queste due strade sono piene di negozi, ma Harajuku non è soltanto questo. In questo blog vi suggerirò un tour della zona basato sulle mie esperienze personali.

Cat Street-2-min

Una volta arrivati ad Harajuku (JR Yamanote line) o a Meiji-Jingumae Harajuku (Tokyo metro), vi suggerisco di cominciare la visita a partire da un santuario scintoista che in pochi conoscono: il Tōgō Jinja. Questo santuario è dedicato all’ammiraglio Tōgō Heihachirō, un’importante figura della storia moderna giapponese. Egli, infatti, fu uno dei sostenitori della Restaurazione Meiji e combatté nella guerra Boshin (1868-1869) per riportare al governo l’imperatore. Nel 1905 vinse la guerra contro i russi e da quel momento ricevette molti riconoscimenti dal palazzo imperiale.

Solo alcuni anni dopo la sua morte (1934) fu costruito questo santuario in suo onore e da allora viene venerato al pari di una divinità, o come dicono qui in Giappone: “kami”.

Lanterna-min

Dopo questa prima tappa godetevi il giardino giapponese di fianco al santuario e immettetevi nella Takeshita-dori dal lato della Meiji-dori. Qui troverete negozi molto diversi l’uno dall’altro, dai neko cafe ai drug store, dai negozi di caramelle ai negozi di vestiti. Vi suggerisco di entrare in ognuno di quelli che attrae la vostra attenzione; Takeshita-dori è il luogo perfetto per trovare ogni sorta di gadget. Questa strada infatti è ritenuta il luogo da cui partono tutte le nuove mode, anche se a mio parere ora non è più così. Fino a più o meno 10 anni fa, qui ogni weekend si raggruppavano ragazzi e ragazze vestiti con abiti stravaganti e grazie ai molti fotografi che venivano qui appositamente per fotografarli, lanciavano nuovi trend in tutto il Giappone. Ora, con l’arrivo del fast fashion, i giovani si sono omologati ai grandi brand e Takeshita-dori ha perso il suo ruolo centrale di promotrice di nuovi trend. Ma questo non significa che tutte le persone vestite in modo stravagante siano scomparse; se siete fortunati, di sabato e domenica è ancora possibile vedere qualcuno in abiti eccentrici.

Bambini-min

Quando arrivate alla fine di Takeshita-dori, rivolti verso la stazione JR di Harajuku, girate a sinistra e fate lo stesso al primo semaforo che incontrate. Vi troverete ad Omotesando, una delle vie più famose per lo shopping d’alta moda. Ma la storia di questo luogo non è sempre stata legata al settore del fashion. Al contrario, questa strada fu progettata nel 19esimo secolo come via d’accesso principale al santuario Meiji-Jingu (dedicato all’imperatore Meiji e all’imperatrice Shōken). La recente configurazione di quest’area è dovuta alla ricostruzione dopo i bombardamenti della seconda guerra mondiale. Nell’ultimo boom economico del Giappone, qui si sono concentrati alcuni famosi marchi della moda e lentamente è diventata come la conosciamo ora. Camminare per questa via non è soltanto un’occasione per vedere i nuovi trend, ma anche il modo per ammirare alcune delle architetture più interessanti della città.

Ma come ho detto in precedenza, quest’area merita una visita anche per altre ragioni. Infatti, se alla fine di questa strada girate a sinistra sulla Aoyama-dori, c’è un altro bel tempio: il Zenkō-ji. Si tratta di un tempio buddhista moderno, ma a parer mio merita una visita se ci si trova qui in primavera; alcuni grossi alberi di ciliegio precedono il Zenkō-ji, se vi piace fotografare non rimarrete delusi.

Zenkoji-2-min

Una volta che avrete visitato questo bel tempio, tornate sulla Omotesando e camminate sul marciapiede opposto. Come prima cosa noterete sulla vostra sinistra un negozio chiamato “Oriental Bazaar” (un posto davvero ben fornito se state cercando dei souvenir da portare a casa al vostro rientro) e poi la statua di una ragazza (“Statue of Yonderu”); girate a sinistra su questa strada. Vi troverete su Cat Street, un’altra via dello shopping, ma meno affollata e con brand alla portata di tutti. Fate una passeggiata e godetevi questa via caratteristica nel quartiere di Harajuku.

Per finire questo tour di 3 ore tornate ad Omotesando per l’ultima volta e cercate l’edificio chiamato Tokyu Plaza. Scommetto che l’avrete già notato per l’interessante gioco di specchi alla sua entrata. Salite sulla terrazza all’ultimo piano e godetevi la vista dall’alto; non vedrete soltanto la zona di Harajuku, ma anche lo skyline di Shibuya e Shinjuku.

Grazie per aver letto!

VOLETE VEDERE PIU’ FOTO DI QUESTO POSTO MERAVIGLIOSO? SEGUITEMI SULLA PAGINA FACEBOOK E SU INSTAGRAM! GRAZIE!

NON PERDETEVI IL VIDEO CHE HO CARICATO SULLA MIA PAGINA FACEBOOK: EDOARDO POLO PHOTOGRAPHY!

Discover Setagaya-ku…

Scroll down for the Italian version

Hi everybody!

This week I’ll talk you about another pretty unknown area of Tokyo. I’m talking about Setagaya-ku, in particular of two temples: the Gotokuji and the Setagaya Hachimangu.

foglie momiji

The first one is probably the most famous of the two. This buddhist temple is located in a silent part of the city, far away from normal tourist sites and it is surrounded by cherry and maple trees that depending on the season change the atmosphere of this magical place. As usual, to avoid other tourists I decided to get up early and visit this temple at 7am. Thanks to this decision I was able to enjoy the area in a completely relaxed atmosphere; there with me, there were only few crows.

gotokuji

But talking about the Gotokuji, many legends are told about it. The most famous story talks about a feudal lord of Edo period that while he was passing by the temple, was invited by a cat to enter into it. Immediately after a terrible storm occurred; so to thank that cat, the lord built a new temple dedicated to the “Maneki Neko”, now symbol of luck.

manekineko-1

For this reason, nowadays many people bring here small and big statues of this cat to thank it for a lucky event or to invoke its help. If you are in Tokyo and you are looking for a place where you can ask for luck, now you know where you have to go!

But in this place there are many other things to see:  a marvelous three-storied pagoda, an ancient bell tower and traditional graveyard (even if I don’t recommend to enter after 9am to not disturb people who come here to pray for the people they have lost).

Setagaya hachiman shrine

After visiting this marvelous place I moved to another temple at just 5 minutes by walk from the Gotokuji, the Setagaya Hachimangu. It’s hard to find informations about this shrine, it seems no one has visited it or that no one appreciate it. Personally it surprised me a lot for its beauty. As most Japanese temples, even this one is surrounded by a beautiful park and by a pond with colorful koi carps and some ducks. But to see it in all its elegance you have to climb a steep staircase. Once you have done it, on your left you’ll see a fountain shaped like a dragon, in front of you there will be the Setagaya Hachimangu and on your right a sumo stadium. Here indeed, every year, in the middle of September there is a ritual sumo match to celebrate the autumn’s matsuri. Unfortunately I discovered it the week after it occurred; I’ll have to wait next year to see it.

Arena sumo

This journey has been a real surprise, I left without particular expectations but I came back very satisfied. I recommend to all of you to visit this place if you are staying here for a long period, or if you have already been here in Tokyo and you want to see something different.

Thanks for reading!

DO YOU WANT TO SEE MORE PICTURES OF THIS BEAUTIFUL PLACE? FOLLOW ME ON MY FACEBOOK PAGE AND ON MY INSTAGRAM! THANK YOU!

DON’T MISS THE VIDEO I UPLOADED ON MY FACEBOOK PAGE: EDOARDO POLO PHOTOGRAPHY!

Scopriamo il quartiere di Setagaya…

Ciao a tutti!

Anche questa settimana vi parlerò di una parte poco conosciuta di Tokyo. Mi riferisco alla zona di Setagaya, in particolare a due templi: il Gotokuji e il Setagaya Hachimangu.

Lanterna-min

Il primo è probabilmente anche il più famoso tra i due. Questo tempio buddhista si trova in una parte silenziosa della città, lontana dai comuni luoghi turistici e circondato da ciliegi e aceri che in con il variare delle stagioni cambiano l’atmosfera di questo posto magico. Come al solito, per evitare i turisti ho deciso di alzarmi di buonora e visitare il tempio alle 7 del mattino. Grazie a questa decisione sono stato in grado di godermi la zona in un ambiente completamente rilassato; lì con me c’erano soltanto dei corvi.

Prospettiva cimitero

Molte leggende sono narrate sul suo conto del Gotokuji. La più famosa parla di un signore feudale del periodo Edo che passando presso il tempio sarebbe stato invitato da un gatto ad entrarci. Immediatamente dopo sarebbe scoppiata una terribile tempesta; così per ringraziare questo gatto, il lord avrebbe ordinato di costruire un nuovo tempio dedicato al “Maneki Neko”, diventato simbolo di fortuna.

manekineko-3-min

Oggigiorno per questa ragione, molte persone portano qui delle statuine raffiguranti questo gatto ringraziandolo per un evento fortunato o per invocare il suo aiuto. Se vi trovate a Tokyo e state cercando un luogo dove chiedere fortuna, ora sapete dove dovete andare!

Ma in questo luogo ci sono molte altre cose da vedere: una meravigliosa pagoda a tre piani, un campanile antico e un cimitero tradizionale (anche se vi sconsiglio di entrarci dopo le 9 del mattino per non disturbare la gente che viene qui a pregare i propri cari).

tempietto-min

Dopo aver visitato questo posto stupendo mi sono spostato in un altro tempio a soli 5 minuti a piedi dal Gotokuji, il Setagaya Hachimangu. È difficile trovare informazioni su questo santuario, sembra che nessuno lo visiti o lo apprezzi particolarmente. Personalmente mi ha sorpreso molto per la sua bellezza. Come molti templi giapponesi, anche questo è circondato da un parco curato e da un laghetto che ospita delle coloratissime carpe koi e alcune anatre. Ma per vederlo in tutta la sua eleganza dovete scalare una ripida scalinata. Una volta fatto, sulla vostra sinistra troverete una fontana a forma di drago, di fronte il Setagaya Hachimangu e sulla destra uno stadio di sumo. Qui infatti, ogni anno, a metà settembre si tiene un match rituale di sumo per celebrare il matsuri autunnale. Sfortunatamente l’ho scoperto la settimana dopo che questo si era svolto; dovrò aspettare il prossimo anno per vederlo.

Questa breve gita è stata una vera sorpresa, sono partito senza particolari aspettative ma sono tornato a casa molto soddisfatto. Consiglio a tutti di visitare questa zona se siete qui per un lungo periodo di tempo, o se siete già stati a Tokyo e volete vedere qualcosa di diverso.

Grazie per aver letto!

VOLETE VEDERE PIU’ FOTO DI QUESTO POSTO MERAVIGLIOSO? SEGUITEMI SULLA PAGINA FACEBOOK E SU INSTAGRAM! GRAZIE!

NON PERDETEVI IL VIDEO CHE HO CARICATO SULLA MIA PAGINA FACEBOOK: EDOARDO POLO PHOTOGRAPHY!

Asakusa exploration…

Scroll down for the Italian version

Hi everybody!

Almost two years ago, when I came to Japan the first time, I traveled with a friend around the country. When I arrived here in Tokyo, one of the first things I visited was the Sensoji Temple in Asakusa. The place was packed with people, there was a lot of noise, and due to all those little shops in the alley in front of the temple, it seemed to me to be in a big shopping mall. That time I didn’t enjoy Sensoji.

sensoji-2

However, last week I decided to give another chance to this famous temple and I went back there. But to avoid all the tourists I decided to wake up really early (5 am) and take one of the first trains down to Asakusa. When I arrived, streets were completely silent, shops were all closed and there were just few people. Someone was having a walk, others, taking advantage there were no tourists yet, were praying at the Sensoji.

As you can understand from my description, it was a completely different scenario from the first time I came here. This gave me the chance to discover a different Asakusa, a place where you can really enjoy a traditional japanese atmosphere if you are willing to wake up early in the morning.

strada asakusa-1

Two years ago I was studying in a small town in Kyushu (a marvelous place) and when I came in Tokyo for vacations, I was shocked by the chaos of the city and I thought what I was seeing was no longer the Japan I dreamed for years. But discovering these early mornings scenes made me change my mind.

mercato asakusa

Of course Tokyo is a futuristic city where it’s hard to live the traditional atmosphere, but if you get up early and explore less touristy places, you’ll be able to find that elegance and that refinement you can experience when you look at an ancient ujiyo-e, a zen painting, a nicely decorated shōji, etc…

Every country changes and some of its traditions unavoidably disappear, but here remain some daily acts that make Japan famous all around the world. Taking off shoes before entering in a house/temple, bowing to people, doing hanami, are only some examples of what I’m talking about.

During my Asakusa exploration, apart from visiting the marvelous Sensoji, I found out that all shops’ portcullis are decorated with nice traditional motifs. This part of the city is still very linked to Tokyo’s history, it’s a nice place if you want to relive the good old days.

Thank you for reading!

DO YOU WANT TO SEE MORE PICTURES OF THIS BEAUTIFUL PLACE? FOLLOW ME ON MY FACEBOOK PAGE AND ON MY INSTAGRAM! THANK YOU!

saracinesca

Esplorazione mattutina di Asakusa…

Ciao a tutti!

Circa due anni fa quando sono venuto in Giappone la prima volta, ho viaggiato per il paese con un amico. Quando arrivai qui a Tokyo, una delle prime cose che visitai fu il Tempio Sensoji di Asakusa. Il posto era molto affollato, rumoroso e per via di tutti quei piccoli negozi nel viale di fronte al tempio, mi sembrava di essere in un grande centro commerciale. Inutile dirlo, quella volta non mi sono goduto il Sensoji.

Alba Asakusa-min

Tuttavia, la scorsa settimana ho deciso di dare un’altra chance a questo famoso tempio e così ci sono ritornato. Ma per evitare tutti i turisti ho deciso di alzarmi molto presto (5 am) e prendere uno dei primi treni diretti ad Asakusa. Quando sono arrivato, le strade erano completamente silenziose, tutti i negozi erano ancora chiusi e c’erano soltanto poche persone. Alcuni stavano passeggiando, altri, approfittando del fatto che non c’erano turisti, stavano pregando al Sensoji.

Come potete capire dalla mia descrizione, lo scenario che mi si è presentato davanti era completamente diverso da quello che avevo vissuto qualche anno prima. Questo mi ha dato la possibilità di vedere un’Asakusa diversa, un luogo in cui si può davvero respirare l’atmosfera tradizionale giapponese se si è disposti ad alzarsi presto al mattino.

carpe-min

Due anni fa stavo studiando in un piccolo paese nella campagna del Kyushu (un posto meraviglioso) e quando venni a Tokyo in vacanza, rimasi shoccato dal chaos della città e pensai che quello che stavo vedendo non fosse più il Giappone che avevo a lungo sognato. Ma scoprire queste scene mattutine mi ha fatto cambiare idea.

lanterne-2-min

Tokyo è certamente una città futuristica dove è difficile vivere l’atmosfera tradizionale, ma se vi alzate presto al mattino ed esplorate luoghi meno turistici, sarete in grado di trovare quell’eleganza e quella raffinatezza che vedete nelle antiche ukiyo-e, nei dipinti zen, negli shoji riccamente decorati, ecc…

Ogni paese cambia e alcune delle sue tradizioni inevitabilmente scompaiono, ma qui rimangono alcuni gesti quotidiani che rendono il Giappone famoso in tutto il mondo. Togliersi le scarpe prima di entrare in una casa/tempio, inchinarsi alle persone, fare hanami; sono solo alcuni esempi di quello di cui sto parlando.

tempietto-min

Durante la mia esplorazione di Asakusa, a parte visitare il meraviglioso Sensoji, ho scoperto che tutte le saracinesche dei negozi sono finemente decorate con motivi tradizionali. Questa parte della città è ancora molto legata alla storia di Tokyo, è un bel posto se volete fare un breve tuffo nel passato.

Grazie per aver letto!

VOLETE VEDERE PIU’ FOTO DI QUESTO POSTO MERAVIGLIOSO? SEGUITEMI SULLA PAGINA FACEBOOK E SU INSTAGRAM! GRAZIE!

 

Exploring Chiyoda – Chūō area…

Scroll down for the Italian version

Hi everybody!

Since I had some spare time, last week I decided to go out for a walk. I heard that in Chiyoda area I could enjoy a lovely cityscape, so I took a train and went to Tokyo Station.

I arrived around 5pm and I immediately went to the park in front of the Imperial Palace. Here I found many people relaxing on the grass and others sitting on the benches while chatting. This city is so big that you always find someone wherever you go.

prospettiva palazzi

When I saw that the light was slowly decreasing, I moved to the Tokyo Station to enjoy a panoramic view. The name of the building I went to was “Kitte”, a shopping mall where you can go up to the 7th floor and enjoy a beautiful skyline of the city. The view and the lights coming from skyscrapers were so amazing that I spent about one hour and a half there, just staring at that incredible scene.

signore panchina

When it became completely dark I moved to another part of the city called Yurakucho. A friend of mine, knowing my passion for architecture, suggest me to go there taking pictures. I don’t know what you think about it, but personally I’m fascinated by modern constructions, especially when they are designed to be something more than just simple buildings. Sometimes they are real works of art.

Tokyo is an amazing city. Here you can find whatever you want, from Japanese traditional buildings to modern skyscrapers, from ancient temples to huge shopping malls… This place will always surprise you, it’s constantly changing.

Thanks for reading!

DO YOU WANT TO SEE MORE PICTURES OF THIS BEAUTIFUL PLACE? FOLLOW ME ON MY FACEBOOK PAGE AND ON MY INSTAGRAM! THANK YOU!

terrazza kitte

Esplorando l’area di Chiyoda – Chūō…

Ciao a tutti!

Siccome avevo un po’ di tempo libero la scorsa settimana ho deciso di uscire per una passeggiata. Avevo sentito che nella zona di Chiyoda si poteva ammirare un bel paesaggio, perciò ho preso un treno e sono andato alla stazione di Tokyo.

Sono arrivato in zona alle 17.00 circa e mi sono subito diretto al parco di fronte al Palazzo Imperiale. Qui ho trovato molte persone che si rilassavano sull’erba e altre sedute sulle panchine a chiacchierare. Questa metropoli è così grande che c’è sempre qualcuno ovunque si vada.

incrocio pedonale-min

Quando ho visto che la luce stava lentamente calando, mi sono spostato vicino alla stazione di Tokyo per godermi una veduta panoramica. Il nome dell’edificio in cui sono andato è “Kitte”, un centro commerciale dove si può salire al 7 piano ad osservare il meraviglioso skyline della città. La vista e le luci provenienti dai grattacieli erano semplicemente fantastiche, tanto che ho trascorso circa un’ora e mezza lì, immobile ad ammirare quella scena incredibile.

dettagli architettonici

Quando poi è diventato completamente buio mi sono spostato in un’altra zona della città chiamata Yurakucho. Un mio amico, conoscendo la mia passione per l’architettura, mi ha consigliato di andarci a fare delle foto. Non so cosa ne pensate a riguardo, ma personalmente sono affascinato dalle costruzioni moderne, specialmente quando sono progettate per essere qualcosa di più di semplici edifici. A volte si tratta di veri e propri capolavori.

Tokyo è una città fantastica. Qui è possibile trovare tutto quello che si vuole, da edifici tradizionali giapponesi a grattacieli moderni, da templi antichi a centri commerciali immensi… Questo posto vi sorprenderà sempre, è in continuo cambiamento.

Grazie per aver letto!

VOLETE VEDERE PIU’ FOTO DI QUESTO POSTO MERAVIGLIOSO? SEGUITEMI SULLA PAGINA FACEBOOK E SU INSTAGRAM! GRAZIE!

 

Shinagawa Aqua Park

Scroll down for the Italian version

Hi everybody!

Some days ago me and a friend of mine decided to go to the Shinagawa Aqua Park. Even if it is pretty small, many surprises await you inside. As soon as you enter into the building, you are welcome by a sea themed carousel and a huge pirate ship; something unusual to see in an aquarium, isn’t it?

pesce giallo-viola

As you probably know, Japan is one of the most technologically advanced country in the world, and it manifests all its knowledges in its museums and amusement parks.

I remember this to you because what I saw after was something that left me without words. On both sides of a long aisle there were aquariums containing many different types of fishes, but without any description. How could you find out informations about them? Simple, you had to touch the aquarium you were interested in and it came alive. The glass became a big touch screen where you could surf many menus and deepen your knowledges about the fishes. Spectacular, isn’t it?

goldfish 1

After this futuristic section, the aquarium became more traditional. Here and there you could see exotic fishes, sharks, penguins and sea lions.

But the main attraction of the place was the dolphins’ stadium. Here, sitting on a bench you could assist at one of the most incredible Tokyo’s show. Among light shows and fast paced rhythms, dolphins performed extraordinary choreographies that impressed the public away.

If you are in Tokyo for a long period of time and you don’t know how to spend your afternoon, visit this place and enjoy the joyful atmosphere of dolphins’ show; you won’t be disappointed.

Thanks for reading!

DO YOU WANT TO SEE MORE PICTURES OF THIS BEAUTIFUL PLACE? FOLLOW ME ON MY FACEBOOK PAGE AND ON MY INSTAGRAM! THANK YOU!

salto delfino

Acquario di Shinagawa…

Ciao a tutti!

Qualche giorno fa io e una mia amica abbiamo deciso di andare allo Shinagawa Aqua Park. Anche se piccolo, al suo interno ci sono molte sorprese ad aspettarvi. Non appena si entra si viene accolti da un carosello a tema marino e da un’enorme nave pirata, qualcosa di inusuale da vedere in un acquario, no?

pesce blu-viola-min

Come probabilmente saprete, il Giappone è uno dei paesi più avanzati al mondo e manifesta tutte le sue conoscenze tecnologiche nei suoi musei e parchi a tema.

Vi ricordo questo perché quello che ho visto poco dopo mi ha lasciato senza parole. Su entrambi i lati di un lungo corridoio c’erano acquari contenenti diversi tipi di pesci, ma senza alcuna descrizione. Come si poteva perciò ottenere informazioni dettagliate? Semplice, bastava toccare l’acquario a cui era interessati e questo prendeva vita. Il vetro diventava un enorme touch screen da cui si poteva accedere a diversi menu e approfondire le proprie conoscenze sui pesci. Fantastico no?

goldfish 2-min

Dopo questa sezione futuristica il tutto tornava ad essere più tradizionale. Qua e là si potevano vedere pesci esotici, squali, pinguini ed otarie.

Ma l’attrazione principale del luogo era lo stadio dei delfini. Qui, seduti su una panchina si poteva assistere a uno degli show più interessanti di Tokyo. Tra giochi di luce e ritmi incalzanti, i delfini si esibivano in straordinarie coreografie lasciando a bocca aperta il pubblico.

Se vi trovate a Tokyo per un lungo periodo e non sapete come trascorrere uno dei vostri pomeriggi liberi, visitate questo posto e godetevi la magica atmosfera dello show dei delfini; non ve ne pentirete.

Grazie per aver letto!

VOLETE VEDERE PIU’ FOTO DI QUESTO POSTO MERAVIGLIOSO? SEGUITEMI SULLA PAGINA FACEBOOK E SU INSTAGRAM! GRAZIE!

 

Hibiya Matsuri

Scroll down for the Italian version

Hi everybody!

What are we going to talk about this week? PEOPLE, or rather, how people enjoy matsuri here in Japan.

Recently I assisted at one of the most important event that every summer takes place here in Tokyo, the Hibiya Matsuri. Today I’ll talk you about this.

Orologio

Hibiya is located in the central part of the city and it is mainly a business area; it’s not so visited by tourists. Every summer however, in the last week of August, it hosts a famous matsuri. People gather around the big fountain at the center of the park and dance all night while listening to traditional music. And unlike you may think, not only middle aged people take part in the dance, also youngs love dancing in traditional clothes.

In my opinion, in a society so absorbed by work, people look forward to attending these events. It’s a way to escape from a stressful life made of offices and chaos in the streets.

sorriso ragazze

Apart from the dances, people also love buying something from the multitude of food stands and improvise a picnic on the grass of the park. Parents chill out while their sons run here and there playing, young couples look for some privacy in the benches, others just walk around enjoying the atmosphere of the matsuri.

But, even if everyone is doing something different, they have a thing in common: a big smile impressed on their face. Seeing all those smiling faces is something that made me feel relieved. It’s in moments like these that I feel like I was at home, even if Italy and my family are far away.

I hope that through my pictures you’ll be able to feel the magical atmosphere that I lived in first person.

Let me know what you think about it!

DO YOU WANT TO SEE MORE PICTURES OF THIS BEAUTIFUL PLACE? FOLLOW ME ON MY FACEBOOK PAGE AND ON MY INSTAGRAM! THANK YOU!

fontana

Il Matsuri di Hibiya…

Ciao a tutti!

Di cosa parliamo questa settimana? Persone, o meglio, di come la gente vive i matsuri qui in Giappone.

Recentemente ho assistito a uno dei più importanti eventi che si tengono in estate qui a Tokyo, il Matsuri di Hibiya. Oggi vi parlerò di questo.

controluce uomo-min

Hibiya si trova nella parte centrale della città ed è per lo più una zona d’affari; non è molto visitata dai turisti. Ogni estate tuttavia, nell’ultima settimana di agosto, ospita un famoso matsuri. Le persone si radunano attorno alla grande fontana al centro del parco e balla tutta la sera mentre ascolta musica tradizionale. E diversamente da quello che potete pensare, non prendono parte alle danze soltanto persone di mezza età, anche ai giovani partecipano allegramente vestendo costumi tradizionali.

A parer mio, in una società così assorbita dal lavoro, le persone non vedono l’ora di partecipare a questo genere di eventi. È un modo per evadere da una vita stressante fatta di uffici e confusione per le strade.

lanterne 2

Oltre alle danze, le persone amano fare acquisti tra la moltitudine di bancarelle e improvvisare un picnic sul prato del parco. I genitori si rilassano mentre i figli corrono qua e là giocando, le giovani coppie cercano un po’ di privacy nelle panchine sparse tra gli alberi, altri semplicemente passeggiano godendosi l’atmosfera del matsuri.

Ma anche se ognuno sta facendo qualcosa di diverso, c’è una cosa che accomuna tutti: un gran sorriso impresso sul volto. Vedere tutte quelle facce sorridenti è qualcosa che mi ha fatto sentire sollevato. È in momenti come questi che mi sento come se fossi a casa, anche se l’Italia e la mia famiglia sono lontane.

Spero che attraverso le mie foto sarete in grado di percepire quella magica atmosfera che ho vissuto in prima persona.

Grazie per aver letto!

VOLETE VEDERE PIU’ FOTO DI QUESTO POSTO MERAVIGLIOSO? SEGUITEMI SULLA PAGINA FACEBOOK E SU INSTAGRAM! GRAZIE!

 

 

 

Let’s discover Hama-Rikyu Gardens

Scroll down for the Italian version

Hi everybody!

Today I’ll tell you about what I’ve done after I assisted at the tuna auction at the Tsukiji Market.

At 7 am I was out of the fish market and I decided to have a walk in the surroundings. After drinking a coffee I did a research and I found an interesting spot to visit, the Hama-Rikyu Gardens.

Parco 1

The entrance costed me 300 yen, but the price was justified by the marvelous park I’ve seen. Indeed, this was the garden of Tokugawa family which functioned as an outer fort for Edo castle.

The particular thing of this place is that it retains a seawater pond, the only remaining in Tokyo area. And since it is directly connected to the bay, it changes its appearance with the tide.

Moreover it is inhabited by salt water fish and wild birds that stop here during their migrations.

Parco 4

But this garden has other things to offer. For example, with seasonal changes, you can enjoy many different types of flowers like peonies, wisterias, rape blossoms and cosmos flowers.

Or if you prefer, you can have a japanese green tea in one of the three ochaya of the park.

The most ancient is called Nakajima-no-ochaya and it is situated in a small island in the Shioiri-no-ike (the saltwater pond I mentioned before). This tea house was originally built as a rest house for the shogun and nobles of the Imperial Court, and it is connected to the rest of the park by three wooden bridges.

The other two ochaya are called Matsu-no-ochaya and Tsubame-no-ochaya and they were reconstructed in 2010 and 2015 based on research of the remains.

casa da the 2

Other things you can see in this marvelous park are: a 300 years old pine and the so called kamoba, or “duck hunting sites”. They were built in the 18th century and they include narrow trenches where hunters lured ducks and caught them using hawks or nets.

The atmosphere of this garden is very relaxing; it gives you the possibility to have a break from the chaos of the city.

Spending some time in this natural oasis was a nice experience and I recommend to all of you to visit it if you are in Tsukiji area.

DO YOU WANT TO SEE MORE PICTURES OF THIS BEAUTIFUL PLACE? FOLLOW ME ON MY FACEBOOK PAGE AND ON MY INSTAGRAM! THANK YOU!

Capanno 1

Scopriamo i Giardini Hama-Rikyu…

Ciao a tutti!

Oggi vi parlerò di quello che ho fatto dopo aver assistito all’asta dei tonni al mercato di Tsukiji.

Alle 7 del mattino, finita la visita, ho deciso di fare una passeggiata nei dintorni del mercato del pesce. Dopo aver bevuto un caffè, ho fatto una veloce ricerca scoprendo un luogo interessante da visitare: i Giardini Hama-Rikyu.

Parco 2-min

L’entrata mi è costata 300 yen, ma il prezzo era pienamente giustificato per il meraviglioso parco che ho visitato. Questo, infatti, nel periodo Edo era il giardino antistante al castello della famiglia Tokugawa. La cosa particolare del posto è che conserva un laghetto d’acqua di mare, l’unico restante nell’intera area di Tokyo. E dal momento che è direttamente collegato alla baia, il livello dell’acqua cambia in base alle maree offrendo degli scorci sempre diversi sulla città. È inoltre abitato da pesci d’acqua salata e da uccelli migratori che si fermano qui durante il loro passaggio.

fiore

Ma questo giardino ha anche altre cose da offrire. Per esempio, con i cambi di stagione si possono vedere differenti tipi di fiori come le peonie, i glicini, i fiori di colza e i cosiddetti “cosmos flowers”.

O se preferite, potete avere un the in una delle tre ochaya del parco. La più antica è chiamata Nakajima-no-ochaya e si trova in una piccola isola del Shioiri-no-ike (il laghetto di acqua salata che vi ho menzionato prima). Questa casa da the fu originariamente costruita come dependance per lo shogun e i nobili della corte imperiale ed è connessa al resto del parco attraverso 3 ponti di legno.

vialetto-min

Le altre due ochaya sono chiamate Matsu-no-ochaya e Tsubame-no-ochaya e furono ricostruite rispettivamente nel 2010 e nel 2015 in base ai reperti ritrovati.

Altre cose che si possono vedere in questo meraviglioso parco sono: un pino di 300 anni e le cosiddette kamoba, o “siti per la caccia alle anatre”. Furono costruite nel 18 secolo e includono delle strette trincee dove i cacciatori richiamavano le anatre che catturavano utilizzando dei falchi o delle reti.

L’atmosfera di questo parco è molto rilassante, dà la possibilità di staccare dal chaos della città.

Passare un po’ di tempo in questa oasi naturale è stata una bella esperienza e raccomando a tutti di visitarla se vi trovate nell’area di Tsukiji.

Grazie per aver letto!

VOLETE VEDERE PIU’ FOTO DI QUESTO POSTO MERAVIGLIOSO? SEGUITEMI SULLA PAGINA FACEBOOK E SU INSTAGRAM! GRAZIE!