Shinjuku by night #1

Scroll down for the Italian version

Hi everybody!

Shinjuku is one of those parts of Tokyo that most characterizes this city. Skyscrapers, clubs, bars, restaurants, streets lighted by neons, it’s the ultramodern Japan that all tourists dream to see when they arrive in the capital of this country. This week we will explore two of its most famous zones: Kabukicho and Shinjuku Sanchome.

Kabukicho 8-min

Kabukicho is often defined by local guides as the red light district of Shinjuku; but in my opinion it is an all-round recreational area. Here there are discos, restaurants, cinemas and more, offering to any person the possibility to choose what to do for the night.

One of the things that is noted is the huge flow of people that populate it; salesmen and customers mix in the streets offering a good occasion to take street photography. A walk in this district is for sure compulsory for all of those who desire to have a look at nowadays Japan, made of many excesses but still linked to its ancient traditions.

Shinjuku 3CM 2-min

But if you want to have dinner and you want to be able to choose from a variety of restaurants, I suggest you to cross the road and go to Shinjuku Sanchome. This area is packed with izakaya and small cheap restaurants, it’s the perfect place for this who want to try many dishes of Japanese cuisine without spending a fortune.

If you are looking for Tokyo’s night life these districts are with no doubt two of the most recommended to visit. Colorful streets and people’s frenzy will make you fall in love with this city that never sleeps.

Thanks for reading!

DO YOU WANT TO SEE MORE PICTURES OF THIS BEAUTIFUL PLACE? FOLLOW ME ON MY FACEBOOK PAGE AND ON MY INSTAGRAM! THANK YOU!

Kabukicho 5-min

Vivi il quartiere di Shinjuku…

Ciao a tutti!

Shinjuku è una di quelle zone di Tokyo che più caratterizzano questa città. Grattacieli, club, bar, ristoranti, vie illuminate a giorno dai neon, è il Giappone ultramoderno che tutti i turisti sognano di vedere quando arrivano nella capitale di questo paese. Questa settimana esploreremo due delle sue zone più famose: Kabukicho e Shinjuku Sanchome.

Shinjuku-3CM-1

Kabukicho viene spesso definito dalle guide locali come il quartiere a luci rosse di Shinjuku; a mio avviso invece si tratta di una zona ricreativa a tutto tondo. Qui si trovano club, ristoranti, cinema e quant’altro, offrendo ad ogni persona la possibilità di scegliere cosa fare della propria serata.

Una delle cose che sicuramente si nota entrando in questo quartiere è l’enorme flusso di gente che lo popola; venditori e clienti si mescolano per le strade offrendo un’ottima occasione per scattare street photography. Una passeggiata in questo distretto è sicuramente obbligatoria per tutti coloro che desiderano avere uno sguardo sul Giappone odierno, fatto di molti eccessi ma ancora legato alle sue antiche tradizioni.

Kabukicho-7

Ma se volete cenare, potendo scegliere tra una più grande varietà di ristoranti, vi consiglio senza dubbio di attraversare la strada e recarvi nella zona di Shinjuku Sanchome. Quest’area è piena di izakaya e ristorantini a basso costo, è la zona perfetta per tutti coloro che vogliono assaggiare diverse piatti della cucina giapponese senza dover spendere una fortuna.

Se siete alla ricerca della vita notturna a Tokyo questi quartieri sono senza dubbio due tra i più consigliati da visitare. Le strade colorate e la frenesia della gente vi faranno innamorare completamente di questa città che non dorme mai.

Grazie per aver letto!

VOLETE VEDERE PIU’ FOTO DI QUESTO POSTO MERAVIGLIOSO? SEGUITEMI SULLA PAGINA FACEBOOK E SU INSTAGRAM! GRAZIE!

Hatsumōde

Scroll down for the Italian version

Hi everybody!

Every year, during the first three days of January, almost 3 millions of people visit the Meiji Jingu. This famous shinto shrine, located in the central part of the capital, has recently become a place of pilgrimage for lots of people who come here from every part of Tokyo.

Meiji Jingu entrata-min

Hatsumōde, this is the name of the rite celebrated the first days of the year which provides that people go to a buddhist temple or a shinto shrine to pray and make an offer to gods.

Prayer-min

In these days, many people go to places of worship to wish themselves a good year and ask gods to fulfill their prayers. But equally important is to get bad luck away; in temples’ small shops are sold the so called “omamori”, amulets that are used right for this purpose.

For me, being here in Japan and seeing all these rites, is a great fortune; I hope I can make you feel the atmosphere that there’s here in this particular time of the year.

Thanks for reading!

DO YOU WANT TO SEE MORE PICTURES OF THIS BEAUTIFUL PLACE? FOLLOW ME ON MY FACEBOOK PAGE AND ON MY INSTAGRAM! THANK YOU!

Monaco-min

Le preghiere di inizio anno…

Ciao a tutti!

Ogni anno, nei primi tre giorni di gennaio, quasi 3 milioni di persone visitano il Meiji Jingu. Questo famoso santuario scintoista, situato nel cuore della capitale, è recentemente diventato meta di pellegrinaggio per moltissime persone che vengono fin qui da tutte le parti di Tokyo.

Tori-Miji-Jingu

Hatsumōde, questo è il nome del rito di inizio anno che prevede che le persone si rechino ad un tempio buddhista o ad un santuario scintoista per pregare e lasciare un’offerta alle divinità.

Policeman

In questi giorni, una moltitudine di persone si reca nei luoghi di preghiera per augurarsi una buona annata e per chiedere l’esaudimento dei propri desideri. Ma altrettanto importante è allontanare la cattiva sorte da se stessi; nei negozietti dei templi vengono venduti i cosiddetti “omamori”, gli amuleti che servono a scacciare la sfortuna.

Poter essere in Giappone ed assistere a tutte queste celebrazioni è per me una grande fortuna; spero di riuscire a trasmettere anche a voi l’atmosfera che si respira qui in questo momento particolare dell’anno.

Grazie per aver letto!

VOLETE VEDERE PIU’ FOTO DI QUESTO POSTO MERAVIGLIOSO? SEGUITEMI SULLA PAGINA FACEBOOK E SU INSTAGRAM! GRAZIE!

 

Lake Saiko

Scroll down for the Italian version

Hi everybody!

This will be the last chapter dedicated to Mount Fuji, at least for a while…

After visiting Lake Shoji and exploring an abandoned village, I moved to another location: Lake Saiko.

Fuji 2-min

Seeing Mount Fuji from here is not so simple, indeed, there’s only a panoramic spot to see it from the lake’s shores. It is different if you venture into town and go to visit the traditional village: Iyashi-no-Sato Nenba.

Due to a violent typhoon that hit the area almost 40 years ago, what we see today is a 2006 reconstruction.

Villaggio 2-min

Thanks to a careful study, the village has been restored to its original shape and in all the buildings you can assist to handicraft’s workshops and buy interesting souvenirs. In a short time this place has become one of the most famous tourist destinations of the area, but despite that it keeps its original atmosphere and gives beautiful Mount Fuji’s foreshortening.

Fuji 5-min

This journey helped me getting away from the caos of the city and rediscovering the ancient origins of this country. Tokyo is with no doubt one of my favorite cities in the world; its energy and its vivacity make it unique. But what made me move in Japan is the traditional atmosphere you can feel in the small villages of the countryside; here ancient traditions are still alive and links between art and nature are very strong.

Thanks for reading!

DO YOU WANT TO SEE MORE PICTURES OF THIS BEAUTIFUL PLACE? FOLLOW ME ON MY FACEBOOK PAGE AND ON MY INSTAGRAM! THANK YOU!

Io

Il Lago Saiko e il villaggio Iyashi-no-Sato Nenba…

Ciao a tutti!

Questo sarà l’ultimo capitolo dedicato al Monte Fuji, almeno per un po’…

Dopo aver visitato il lago Shoji e aver esplorato un villaggio abbandonato, mi sono spostato in un’altra località poco distante: il lago Saiko.

Fuji-4

Vedere il Fuji da qui non è molto semplice, esiste infatti un solo punto panoramico per osservarlo dalle sponde del lago. Il discorso cambia se ci si avventura all’interno del paese e si va a visitare il villaggio in stile tradizionale: Iyashi-no-Sato Nenba.

A causa di un violento tifone che colpì la zona circa 40 anni fa, quella che vediamo oggi è una ricostruzione del 2006.

Villaggio-1

Grazie a uno studio attento, Il villaggio è stato riportato alla sua forma originale e nelle varie abitazioni è possibile assistere a laboratori di artigianato e acquistare interessanti souvenir. Questo luogo è diventato in breve tempo una delle mete turistiche più famose della zona, ma nonostante ciò conserva la sua atmosfera originale e regala fantastici scorci sul Monte Fuji.

Fuji-6

Questo breve viaggio mi è servito per allontanarmi dal caos della città e riscoprire le antiche origini di questo paese. Tokyo è senza dubbio una delle mie città preferite al mondo; la sua energia e la sua vivacità la rendono unica nel suo genere. Ma quello che mi ha spinto a trasferirmi in Giappone è l’atmosfera tradizionale che si respira nei piccoli paesi di campagna; qui le antiche tradizioni sono tuttora molto vive e il legame tra arte e natura si percepisce ancora molto chiaramente.

Grazie per aver letto!

VOLETE VEDERE PIU’ FOTO DI QUESTO POSTO MERAVIGLIOSO? SEGUITEMI SULLA PAGINA FACEBOOK E SU INSTAGRAM! GRAZIE!

Asakusa Tori no Ichi

Scroll down for the Italian version

Hi everybody!

Today I want to talk you about a matsuri that I saw about a month ago.

Not far away from Asakusa’s Sensōji Temple, there’s a small jinja (shinto shrine) where every year, starting from the middle of November, is celebrated a famous masturi: the Asakusa Tori no Ichi.

Prosperità aziendale 1-min

In the small square in front of the Otori shrine, local craftsmen set up their stalls and sell to companies the so called “kumade” (literally rakes).

These colorful items, built in bamboo according to tradition, are sold as symbol good fortune for the next year. At a first glance these compositions could seem chaotic and messy; but those who love Japanese traditional culture know that every single figure has its own meaning. Maneki neko, otafuku mask and sea bream represent luck, daruma the realization of a dream, crane instead symbolizes the longevity…

Prosperità aziendale 2-min

Japanese are still very tied to their ancient traditions; this is the reason why every year companies go to shinto shrines to ritually burn their old kumade and buy new ones.

This matsuri is not popular among the tourists yet; that’s the reason why it remains one of the few foreshortening on traditional Japan that still exists in big cities like Tokyo. Don’t miss the chance to enjoy it if you are in Japan in November!

I hope you enjoyed this brief blog. Thanks for reading!

DO YOU WANT TO SEE MORE PICTURES OF THIS BEAUTIFUL PLACE? FOLLOW ME ON MY FACEBOOK PAGE AND ON MY INSTAGRAM! THANK YOU!

Tempio-min

Asakusa Tori no Ichi…

Ciao a tutti!

Oggi vi voglio parlare di un matsuri giapponese a cui ho assistito ormai un mese fa.

Non lontano dal tempio Sensōji di Asakusa si trova un piccolo jinja (santuario shinto) in cui ogni anno, a partire dalla metà di novembre, si celebra un famoso matsuri: l’Asakusa Tori no Ichi.

Bancarelle

Nella piazzetta situata di fronte al santuario Otori, vengono allestite delle bancarelle in cui gli artigiani del luogo vendono alle aziende i cosiddetti “kumade” (letteralmente rastrelli).

Questi oggetti, dai colori sgargianti e costruiti in bambù secondo la tradizione, vengono venduti alle aziende come simboli di buon auspicio per l’anno che verrà. Ad una prima occhiata possono sembrare caotici e disordinati, ma per chi è appassionato di cultura tradizionale giapponese, sa che ogni figura della composizione ha un particolare significato. Il maneki neko, la maschera otafuku e l’orata rappresentano la fortuna, il daruma la realizzazione di un desiderio, la gru la longevità…

Corona-gigante

Il popolo giapponese è ancora molto legato alle sue antiche tradizioni; è per questo motivo che ogni anno le aziende si recano nei santuari shinto a bruciare ritualmente i vecchi kumade e a comprarne dei nuovi.

Questo genere di matsuri non è ancora molto conosciuto dai turisti; resta perciò uno dei pochi scorci sulle tradizioni giapponesi che ancora esistono delle grandi città come Tokyo. Non perdete l’occasione di assistere a questa celebrazione se vi trovate in Giappone a novembre!

Grazie per aver letto!

VOLETE VEDERE PIU’ FOTO DI QUESTO POSTO MERAVIGLIOSO? SEGUITEMI SULLA PAGINA FACEBOOK E SU INSTAGRAM! GRAZIE!

 

Christmas in Tokyo

Scroll down for the Italian version

Hi everybody!

Until a few years ago, Christmas was a christian festivity celebrated only in western countries; now is becoming more and more popular even in Asia.

Nakameguro 2-min

Japan is one of those countries where foreign festivities are well received, here people like doing foreign traditions their own.

Christmas is no exception and every year the biggest cities light up of marvelous colors. Commercial avenues, shops, parks… everything is decorated with extreme care.

Roppongi 3-min

In Japan Christmas is not lived as a christian festivity, here is celebrated like it was St. Valentine’s day. It is the perfect day for couples to go out for a romantic trip and make a marriage proposal.

So, if on one hand the decorations remind of a Westerner style Christmas, on the other japanese live it with a different approach. They don’t celebrate the birth of Jesus, but the love feeling for another person; this in my opinion is exactly what this festivity wants to teach us.

Shibuya 1-min

Tokyo is a frenetic city that never stops, but in this period of the year it offers the possibility to walk its streets in a more relaxed and romantic atmosphere. If you are looking for an unusual location for your winter holidays you should consider a travel in this metropolis, it might surprise you.

Thanks for reading!

DO YOU WANT TO SEE MORE PICTURES OF THIS BEAUTIFUL PLACE? FOLLOW ME ON MY FACEBOOK PAGE AND ON MY INSTAGRAM! THANK YOU!

Shinjuku-2

Natale a Tokyo…

Ciao a tutti!

Fino a pochi anni fa, Natale era una di quelle feste celebrate soltanto nei paesi occidentali; ora sta diventando sempre più popolare anche in Asia.

Roppongi-4

Il Giappone è uno di quegli stati dove le festività straniere sono meglio accolte, qui le persone amano fare proprie le tradizioni altrui.

Natale non fa eccezione e ogni anno le città più grandi si illuminano di meravigliosi colori. Vie commerciali, negozi, parchi… tutto viene decorato con estrema cura.

Yurakucho-iloveimg-compressed

In Giappone il Natale non è vissuto come una festività cristiana, qui è celebrato come se fosse il giorno di San Valentino. È il giorno perfetto per avere un’uscita romantica e avanzare una proposta di matrimonio.

Perciò, se da una parte le decorazioni ricordano il Natale in stile occidentale, dall’altra i giapponesi lo vivono con un approccio differente. Non celebrano la nascita di Gesù, ma il sentimento d’amore per un’altra persona; questo a parer mio è esattamente quello che questa festività ci insegna.

Kitte

Tokyo è una città frenetica che non si ferma mai, ma in questo periodo dell’anno offre la rara possibilità di camminare per le sue strade in un’atmosfera romantica e più rilassata. Se state cercando una località insolita per le vostre vacanze invernali dovreste considerare un viaggio in questa metropoli, potrebbe sorprendervi.

Grazie per aver letto!

VOLETE VEDERE PIU’ FOTO DI QUESTO POSTO MERAVIGLIOSO? SEGUITEMI SULLA PAGINA FACEBOOK E SU INSTAGRAM! GRAZIE!

Lake Shōji

Scroll down for the Italian version

Hi everybody!

We are back to Mount Fuji, but this time we look at it from a different perspective, Lake Shoji.

Even if arriving here from Kawaguchiko station takes a bit of time (40 minutes), you won’t regret you’ve done it! This lake is the smallest one of the area, but Mount Fuji’s foreshortenings are simply marvelous, especially in autumns when maples offer you the possibility to capture this famous volcano in a red trees landscape.

Fuji 3-min

Since there weren’t many buses to reach/leave the place, I had to spent more than two hours in this small lake. I walked along its shores looking for interesting views of Mount Fuji and I photographed fishermen on their boats. This pretty isolated place is popular for camping and fishing; that’s why in weekends people come here from the city to relax and enjoy Mount Fuji view.

A walk around the lake takes just 30 minutes, so I had to find something else to do in the remaining time…

fiore giallo-min

While I was looking at the map I noticed a small town not far away from where I was and I decided to go there to see if there was something interesting to do. As soon as I started walking in its streets I came across an ancient shrine with straw roof, something unusual in modern Japan. The jinja was gorgeous but pretty scruffy, trees leaves were everywhere and the place seemed abandoned from a long time.

Jinja-min

When I decided to move on and explore the rest of the village I noticed that not only the temple, but also many of the houses were uninhabited. Broken roofs, open doors and a surreal silence; what had happened to that village? In rural Japan is common to see abandoned houses, but those one were a bit strange, it seemed they had been left in a hurry; inside there were still all the furnishings, cutlery and clothes of people who had lived there. I couldn’t find someone to ask what had happened, so I made a research by myself. I found a newspaper news that talked about a super typhoon that hit eastern Japan in 1966 and devastated the area with winds up to 315 km/h causing many damages to houses and people.

This is the result of my research. I can’t guarantee it is correct, but judging by houses conditions I think that this is the reason why people abandoned this lovely place.

Casa distrutta-min

Before taking the bus for the next destination, I sat down and stroked by a light autumn breeze, I contemplated Mount Fuji. Inspired by that breathtaking panorama, my mind time travelled thinking about all those artists who had talked, wrote and painted that stunning mountain. Watching it in such a peaceful atmosphere gave me the possibility to spend some time with myself and think about my future projects and dreams. Nature creates such beautiful things… Find your own place and let be inspired!

Thank you for reading!

DO YOU WANT TO SEE MORE PICTURES OF THIS BEAUTIFUL PLACE? FOLLOW ME ON MY FACEBOOK PAGE AND ON MY INSTAGRAM! THANK YOU!

Copertina-min

Il Monte Fuji dal Lago Shōji…

Ciao a tutti!

Torniamo al Monte Fuji, ma questa volta guardiamolo da una prospettiva diversa, dal Lago Shoji.

Anche se arrivare qui dalla stazione di Kawaguchi richiede un po’ di tempo (40 minuti circa), non vi pentirete di averlo fatto! Questo lago è il più piccolo della regione, ma gli scorci sul Monte Fuji sono semplicemente meravigliosi, specialmente in autunno quando il paesaggio si colora di rosso.

Barche

Dal momento che non c’erano molti bus a disposizione per arrivare/lasciare il posto, ho dovuto passare più di due ore in questo piccolo lago. Ho camminato lungo le sue sponde ricercando veduta interessanti del Monte Fuji e ho fotografato i pescatori sulle loro barche. Questo luogo piuttosto isolato è popolare per il campeggio e la pesca; è il motivo per cui nei weekend le persone vengono qui dalla città per rilassarsi e godersi la vista sul Monte Fuji.

Una camminata attorno al lago richiede solamente 30 minuti, perciò ho dovuto trovare qualcos’altro da fare nel tempo che mi rimaneva…

Interno-casa-distrutta

Mentre stavo guardano la mappa ho notato un piccolo paese non lontano da dove mi trovavo e ho deciso di andarci per vedere se c’era qualcosa di interessante da fare. Non appena ho cominciato a camminare per le sue vie mi sono imbattuto in un antico santuario dal tetto in paglia, qualcosa di inusuale nel Giappone moderno. Il ninja era stupendo ma un po’ trasandato, le foglie degli alberi erano ovunque e il posto sembrava abbandonato da lungo tempo.

Quando decisi di proseguire ed esplorare il resto del villaggio mi accorsi che non solo il tempio, ma anche molte delle case erano disabitate. Tetti sfondati, porte spalancate e un silenzio surreale; cos’era accaduto a quel villaggio? Nel Giappone rurale è comune vedere case abbandonate, ma quelle erano un po’ strane, sembrava che fossero state lasciate in fretta e furia; dentro c’erano ancora tutti i mobili, le stoviglie e i vestiti delle persone che ci avevano abitato. Quel giorno non sono riuscito a trovare nessuno a cui chiedere informazioni su cosa fosse successo, perciò ho fatto una ricerca da me. Ho scovato un vecchio giornale che parlava di un super tifone che aveva colpito l’est del Giappone nel 1966 e aveva devastato l’area con venti dino a 315 km/h causando molti danni a case e persone.

Questo è il risultato della mia ricerca. Non posso garantire che sia corretto, ma a giudicare dalle condizioni degli edifici, ritengo che questa sia la ragione per cui le persone hanno abbandonato questo incantevole paese.

Fuji-1

Infine, prima di prendere il bus per la seguente destinazione, mi sono seduto e accarezzato da una leggera brezza autunnale, ho contemplato il Monte Fuji. Ispirata dal panorama mozzafiato, la mia mente ha viaggiato, ricordando tutti quegli artisti che hanno parlato, descritto e dipinto questo montagna stupenda. Guardarla in un’atmosfera così rilassata mi ha dato la possibilità di passare un po’ di temo con me stesso e riflettere sui miei progetti futuri e i miei sogni. La natura crea delle cose così belle… Trova il tuo posto e fatti ispirare!

Grazie per aver letto!

VOLETE VEDERE PIU’ FOTO DI QUESTO POSTO MERAVIGLIOSO? SEGUITEMI SULLA PAGINA FACEBOOK E SU INSTAGRAM! GRAZIE!

Have dinner in Shimbashi

Scroll down for the Italian version

Hi everybody!

Let’s take a little break from Mount Fuji and talk about Tokyo.

Grattacielo-min

Last  weekend I decided to spend some time in the city, in particular in Shimbashi; one of the most modern part of the capital. Here there’s nothing but concrete and glass, skyscrapers are everywhere. To those who like modern architecture I suggest to come here to take some pictures, especially at night when all the lights turn on and the cityscape become more interesting.

Stada izakaya-min

This area is mostly a financial district, so during the day you can easily skip it. However at night it is one of the most interesting places if you are looking for a izakaya where to eat the so called yakitori (grilled chicken).

If you want to experience Japan’s traditional atmosphere when you are in Tokyo, I definitely recommend to try this dish in one of the many pub of the area.

The rest of the district is packed with offices, pachinko (japanese pinball halls) and department stores, nothing really interesting for a casual traveller.

I hope you found this short blog interesting.

Thanks for reading!

DO YOU WANT TO SEE MORE PICTURES OF THIS BEAUTIFUL PLACE? FOLLOW ME ON MY FACEBOOK PAGE AND ON MY INSTAGRAM! THANK YOU!

Treno-min

Cenate a Shimbashi…

Ciao a tutti!

Prendiamoci una piccola pausa dal Monte Fuji e parliamo di Tokyo.

grattacielo-colorato

La scorsa settimana ho deciso di passare un po’ di tempo in città, in particolare a Shimbashi; una delle parti più moderne della capitale. Qui cemento e vetrate sono ovunque, i grattacieli dominano il paesaggio. A tutti quelli a cui piace l’architettura moderna suggerisco di venire qui a fare qualche foto, specialmente di sera quando tutte le luci si accendono e il paesaggio urbano diventa più accattivante.

Stradina-pedonale

Questa è una zona finanziaria, perciò durante il giorno si può tranquillamente evitare di visitarla. Di sera però è uno dei luoghi potenzialmente più interessanti per tutte quelle persone che cercano un izakaya dove mangiare il cosiddetto yakitori (pollo alla griglia).

Se volete sperimentare l’atmosfera tradizionale giapponese quando vi trovate a Tokyo, vi suggerisco caldamente di provare questo piatto in uno dei numerosi pub della zona.

Il resto dell’area è pieno di uffici, pachinko (slot machine giapponesi) e centri commerciali, nulla di così interessante per un viaggiatore occasionale.

Spero abbiate trovato interessante questo breve blog.

Grazie per aver letto!

VOLETE VEDERE PIU’ FOTO DI QUESTO POSTO MERAVIGLIOSO? SEGUITEMI SULLA PAGINA FACEBOOK E SU INSTAGRAM! GRAZIE!